È uno dei quesiti più frequenti che vengono digitati sui vari motori di ricerca. Vi risponderemo noi

Nei paesi dell’Islam mangiare carne di maiale è assolutamente proibito, così recita il corano. Le restrizioni circa l’alimentazione sono indicate nella sura 5, in cui si legge che sono banditi gli animali uccisi, il sangue e la carne di maiale.

In un altro passaggio del corano il porco è descritto come un essere inadatto al consumo. Al tempo stesso, però, il Corano ne autorizza l’utilizzo in caso di estrema necessità: se non vi è alternativa e si rischia di morire oppure di ammalarsi, così si legge nella sura 6.

A noi cristiani risulta insolito credere in questa tradizione in quanto, oramai, in Italia il numero di musulmani è elevatissimo. Tuttavia, ancor’oggi diversi paesi come l’Arabia saudita e l’Iran, vietano addirittura la produzione, l’importazione e la vendita di carne suina. Essa è considerata impura non solo da loro ma, anche dagli ebrei ed alcune denominazioni cristiane.

Secondo numerosi studiosi di teologia islamica moderna, non si tratterebbe di un’imposizione vera e propria ma di un suggerimento volto a salvaguardare i fedeli dalla nocività di quella tipologia di carne nei paesi in cui il clima è piuttosto caldo. I più tradizionalisti, invece, sostengono che si tratta di una vera e propria prova o addirittura un castigo.