Cos’è la dismetria

La dismetria consiste in un disturbo che, nonostante poco conosciuto, è abbastanza diffuso. In sostanza la dismetria consiste nella differenza di lunghezza fra i segmenti ossei degli arti inferiori, in una stessa persona.

Più precisamente, la dismetria è la difficoltà di misurare i movimenti compiuti con le gambe, mentre invece la eterometria consiste in questa differenza di lunghezza. In parole povere, queste persone hanno una gamba leggermente più lunga dell’altra. Non è sempre semplice diagnosticare la dismetria nelle persone, talora è impercettibile, ma se si percepisce significa che non si tratta di un problema di poco conto.

Questo perché la persona che presenta dismetria cammina in modo scorretto, dato che le ossa degli arti inferiori si collegano all’anca, al ginocchio ed all’articolazione sottoastragalica, e questo può comportare una postura scorretta ed anche problemi alla schiena.

Una diagnosi sbagliata e che escluda preventivamente la dismetria può quindi condurre a dei problemi ma anche una falsa dismetria è molto dannosa, perché in questo caso vengono prescritte le scarpe rialzate, ma se il corpo non ne ha bisogno perché il soggetto non soffre realmente di dismetria allora si tratta di una mossa dannosa per arti e schiena.
Ma perchè alcune persone hanno una gamba più lunga dell’altra?

Cause della dismetria

La dismetria può essere dovuta a cause di malformazione o può originarsi per un trauma.
In particolare alcune malattie malformative che possono far scaturire la dismetria sono la malattia di Legg-Calvè-Perthes, il sarcoma che colpisce le cellule che producono sostanza (ovvero osteosarcoma) e alcune patologie neurologiche.
Invece le cause traumatiche sono ricondotte, evidentemente, a fenomeni traumatici.

Come si interviene sulla dismetria

Non tutti gli operatori sanitari hanno raggiunto una vera intesa di vedute su quale sia il miglior metodo per trattare la dismetria.
Tutto dipende anche dall’età del soggetto e dalla gravità della condizione. In età pediatrica ed adolescenziale la dismetria non provoca disturbi, ma superati i 20 anni possono insorgere dolore ai muscoli, dolore lombare, dolore asimmetrico non costante. I muscoli nei casi di dismetria non lavorano correttamente e quindi a lungo andare danno origini a dolori ed al mal di schiena. Ma la sensazione di sofferenza può originare anche dalla caviglia o dal ginocchio.

Secondo taluni le scarpe rialzate uomo che donna sarebbero un buon metodo per il trattamento per la dismetria lieve, vale a dire di pochi millimetri.

I tecnici ortopedici valutano sulla base della dismetria il rialzo del quale ha bisogno ogni singolo soggetto: servono quindi rialzi personalizzati. Nella valutazione i tecnici ortopedici tengono conto della lunghezza degli arti inferiori, della misura della dismetria, e quindi effettuano un rialzo con i millimetri che servono al paziente per riuscire a riallineare il bacino e per eliminare la differenza di lunghezza fra le gambe.

Il rialzo, in genere, viene effettuato con materiali come il sughero, che sono assai leggeri e quindi non provocano problemi alla camminata, e che si adattano al corpo senza comprimersi con il peso a lungo andare.
Invece nei casi più gravi, talora si rende necessario l’intervento chirurgico.