Se hai forte prurito nelle zone intime potrebbe trattasi di candida.

L’infezione da candida: come riconoscerla

Le infezioni da candida sono causate da un lievito che si chiama Candida Albicans.
Questo lievito colpisce le zone intime e causa forte prurito e infiammazione.
La candidosi è un’infezione fungina che viene causata da una delle venti specie di candida, la più comune delle quali, abbiamo detto, è la Candida Albicans.

Questi lieviti si stanziano all’interno del tratto intestinale umano e possono svilupparsi in maniera silente oppure scatenare i sintomi. I sintomi della candidosi possono variare a seconda della zona del corpo colpita; in genere si tratta della gola, della vagina, oppure può colpire tutto il corpo.

La candida vaginale è senza dubbio quella più diffusa. Le infezioni vaginali da Candida colpiscono circa il 75% delle donne, almeno una volta nella vita. I sintomi sono il dolore, un forte prurito, la perdita di liquidi scuri e bianchi dalla vagina, dolore durante la minzione, formazione di macchie nella zona intima.

Diviene molto importante sapere riconoscere un’infezione da candida per poterla combattere in maniera corretta. Le infezioni da candida infatti possono anche essere confuse con altri problemi, ma in questo modo continuano a perseverare, non curate, e possono essere molto contagiose, specialmente per via sessuale ma anche fra familiari. Ecco perché riconoscere le infezioni da Candida Albicans è fondamentale.
Vediamo quindi quali sono i sintomi più diffusi.

Candida Albicans: i sintomi

L’infezione da Candida può colore diverse zone del corpo umano, in genere quelle più umide come le zone genitali, le pieghe ascellari, dell’inguine.
Si formano quindi delle chiazze rosse, contornate da un piccolo orletto bianco, e che causano dolore e prurito. Le infezioni da Candida Albicans possono causare vulvite, vulvovaginite, uretrite e anche balanite.

Per distinguere con precisione l’infezione da Candida Albicans spesso è necessario effettuare una visita dermatologica, in quanto all’occhio del non esperto questo problema può sembrare una psoriasi, un eczema, o un’irritazione della pelle.
Risulta anche abbastanza difficile riconoscere la candida dall’infezione del tratto urinario, perché i sintomi sono abbastanza simili, quindi per impostare un’adeguata terapia bisogna andare dal medico specialista.

Il dermatologo, nel caso in cui abbia dubbi, effettua un tampone e quindi lo analizza per valutare se sussista la coltura di Candida Albicans.
Se quest’ultima viene rinvenuta, allora si effettua una visita specialistica e quindi si inizia una terapia a base di antimicotici topici sotto forma di polvere, da usare nelle zone più colpite dalla Candida Albicans.

Particolari le infezioni di Candida Albicans che colpiscono i genitali.
In questo caso si possono notare dei sintomi come eruzioni e vesciche, secrezioni biancastre,nell’uomo di possono notare infezioni del glande con la comparsa di puntini rossi, del prepuzio, o di entrambi. Nei maschi queste infezioni causano rossore delle zone interessate, formazione di piccole piaghe, bruciore e prurito.

Nella donna, abbiamo detto, questa infezione causa dolore, prurito e perdite di colore scuro o biancastro.

La Candida Albicans si trasmesse con i rapporti sessuali e se non adeguatamente trattata può arrivare a colpire anche la zona anale e causare conseguenze come la fimosi nell’uomo, e manifestazioni cliniche molto dolorose e difficili da trattare.