Perché i musulmani non mangiano il maiale? Il motivo per cui i musulmani non mangiano carne di maiale è soprattutto dovuto al fatto che nel Corano indica il maiale è indicato come un animale impuro, una classificazione che però è stata spesso oggetto di controversie.

In realtà, il divieto del consumo di carne di maiale è anche dato, oltre che dall’aspetto religioso, anche da un forte senso comune. Cosa vuol dire? Quando si parla di senso comune ci si riferisce al fatto che il divieto della carne di maiale è connesso al deperimento di questa dovuto al forte caldo che caratterizzava il territorio nel periodo in cui ancora non vi era neanche l’ombra dei frigoriferi.

L’interpretazione del senso comune, ovvero il divieto della carne di maiale per questioni di conservazione, è diventata una regola religiosa, tramandata anche dal Corano. Un altro motivo per cui i musulmani non mangiano il maiale può essere collegato anche alla cottura della carne, che richiede molto tempo al fine di eliminare tutti i batteri patogeni.

Poiché il combustibile per il fuoco non era facilmente reperibile, da qui ecco il divieto di mangiare il maiale. Inoltre, per i musulmani il maiale è ingordo, pigro e sporco, e anche avido di sesso, non è propenso a lottare e si lascia andare alla sua indole lasciva ed esagerata.

Un’altra interpretazione sula perché i musulmani non mangiano il maiale può essere attribuita al fatto che il maiale non può essere macellato perché privo di collo. Pare che, secondo i musulmani, se il maiale fosse stato creato dal Creatore per fungere da alimento, sarebbe stato dotato di collo. In questo modo, il maiale avrebbe potuto essere considerato un animale da sopprimere proprio come gli altri animali destinati a fare da alimento per l’uomo.